Firmato il decreto attuativo sul credito di imposta
Assobenefit

Notizie dal mondo Benefit

Firmato il decreto attuativo sul credito di imposta

Il Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e della Finanze hanno firmato il decreto attuativo dell’art.38-ter del decreto Rilancio che destina 7 milioni di euro per il 2021 al finanziamento del credito d’imposta e 3 milioni per la promozione delle Società Benefit nel nostro Paese.

«Un riconoscimento importante per le SB italiane: abbiamo a suo tempo sostenuto la norma approvata dal Parlamento riconoscendovi un segnale concreto per accrescere ulteriormente la rilevanza delle SB sul mercato – commenta il Presidente Mauro Del Barba, promotore dell’introduzione dell’importante incentivo. Con il provvedimento del governo sul credito d’imposta e la diffusione delle SB questo segnale diventa ora operativo. Più forti le Società Benefit e più forte la spinta alla loro diffusione: fondamentale che anche le istituzioni si siano dotate di uno strumento per promuoverle».

Il credito d’imposta, in regime de minimis e fruibile in compensazione tramite F24, potrà coprire il 50% delle spese di costituzione o trasformazione – con un’agevolazione massima per beneficiario pari a 10mila euro – sostenute a decorrere dal 19 luglio 2020, data di entrata in vigore del decreto Rilancio, fino al 31 dicembre 2021. Saranno ammissibili le spese notarili e di iscrizione nel Registro delle imprese, nonché le spese inerenti all’assistenza professionale e alla consulenza sostenute e direttamente destinate alla costituzione o alla trasformazione in società benefit.

La domanda dovrà essere presentata tramite la procedura online che sarà disponibile sul sito del MiSE.

Torna in alto