Una Dashboard innovativa per il monitoraggio delle società benefit
Assobenefit

Notizie dal mondo Benefit

Una Dashboard innovativa per il monitoraggio delle società benefit

Presentata in Camera di commercio di Taranto la prima Dashboard interattiva per il monitoraggio delle Società Benefit che hanno raggiunto 2.349 unità a fine settembre. On. Del Barba: “Piena coscienza e merito per aver introdotto questo strumento innovativo che offre informazioni preziose. Dai Comuni per le utilities fino al MEF per le grandi partecipate di Stato, anche il Pubblico sta finalmente volgendo la propria attenzione alla realtà delle società Benefit. La Dashboard potrebbe vedere la curva delle SB per il 2023 impennarsi ulteriormente”.

Si è svolta nella Cittadella delle imprese di Taranto la presentazione della prima dashboard evoluta per la lettura dei dati sulle società benefit risultanti dal Registro delle imprese, realizzata da Camera di commercio di Taranto e Infocamere nell’ambito dell’Osservatorio nazionale su questa forma d’impresa avviato proprio a Taranto nel 2016.

Assobenefit, che collabora da molto tempo con l’Ente camerale iconico per quanto riguarda la promozione del modello benefit, oltre ad aver stretto uno specifico Accordo per la condivisione delle informazioni statistiche sulle SB, era presente all’incontro.

In collegamento da remoto, l’on. Mauro Del Barba ha plaudito l’importante iniziativa tarantina: «Questo impegno è  emblematico. Il fatto che all’indomani della legge sulle società benefit una comunità territoriale come quella di Taranto si sia attivata e abbia saputo leggere in un’opportunità legislativa lo strumento per la crescita non solo per se stessa ma anche per un cambiamento del sistema economico locale e nazionale, è stato e continua a essere uno degli elementi che ci spinge come associazione Assobenefit a insistere sulla lavoro per lo studio e la penetrazione delle società benefit nei territori».

Il Presidente di Assobenefit ha illustrato inoltre le principali novità del mondo Benefit: «C’è un fermento attorno al mondo benefit e anche il Pubblico sta finalmente volgendo la propria attenzione alla realtà delle società benefit. Lo stanno facendo alcune Regioni, ma soprattutto, ed è una prima novità, gli Enti pubblici in quanto azionisti di società: dai Comuni per le utilities al MEF per le grandi partecipate di Stato, ci sono segnali importantissimi circa la consapevolezza  del ruolo che il pubblico può  svolgere anche attraverso queste imprese. La Dashboard potrebbe vedere la curva delle società benefit per il 2023 impennarsi ulteriormente. Se il Pubblico, come auspichiamo, comincerà a fare la sua parte prendendo atto di ciò che sta accadendo nel mondo reale dell’economia  e dell’impresa, allora le SB non saranno più un fenomeno che può essere studiato come una “sezione speciale”, ma l’intero insieme delle imprese».

Anche l’allargamento internazionale è significativo, come lo testimoniano i 13 Stati che nel mondo hanno seguito l’esempio dell’Italia, in Europa Francia e Spagna: «Insieme queste due grandi linee di novità fanno capire quanto sarà utile lo strumento messo oggi a disposizione. Siamo in una fase per cui la promozione del modello Società Benefit significa studio, ricerca e osservazione approfondita di quello che è già in atto nel paese», continua il presidente Del Barba che aggiunge: «Su questo, come Assobenefit, continuiamo a dare un supporto agli imprenditori con il nostro Comitato scientifico e abbiamo ritenuto importante cercare di approfondire come le imprese interpretano la richiesta della legge di avere degli obiettivi di beneficio comune. E’ un elemento difficile da trattare rispetto a uno strumento statistico, infatti noi abbiamo intrapreso la strada di affidarlo a dei ricercatori che andranno a fare le valutazioni».

Lo sviluppo delle SB è stato registrato puntualmente con il sostegno continuo di Infocamere, fino ad arrivare alla dashboard: si tratta di uno strumento evoluto, che si basa sull’uso di big data e data visualization, quindi anche con un livello qualitativo di comunicazione delle informazioni statistiche decisamente alto e più in linea con ciò che il pubblico dei portatori di interesse richiede.

«Oggi segniamo una grande punto per l’evoluzione della lettura statistica dei dati del Registro Imprese, per il Mondo delle società benefit al quale questa Camera dedica tanto impegno e per il nostro territorio dal quale è nata l’iniziativa di osservare stabilmente il movimento di queste imprese» ha detto il Commissario Straordinario dell’Ente camerale, on. Gianfranco Chiarelli.

«Abbiamo uno specifico interesse per una forma imprenditoriale che si sta affermando in modo davvero incredibile nel nostro Paese e nel mondo, proprio grazie alla scuola italiana. Un forma imprenditoriale che più e meglio di altre contribuisce ad avvicinare i sistemi produttivi e commerciali agli obiettivi di sostenibilità. Sono molto felice di ciò che sta accadendo a Taranto oggi: presentiamo una novità assoluta, un unicum nel panorama nazionale» ha concluso il Commissario.

Il funzionamento della piattaforma ed i dati sulle benefit sono stati presentati nel dettaglio da Domenico Tarantino, Responsabile Struttura Statistiche e Analisi Evoluta del Dato Infocamere e Francesca Sanesi, responsabile della promozione camerale. Nella presentazione dei dati, sono 2.349 le società benefit al 30 settembre di quest’anno, con una maggiore presenza nella regione Lombardia e una diffusione su tutto il territorio a riprova di un fenomeno che interessa il sistema economico italiano nel suo complesso.

Il Segretario generale, Claudia Sanesi, che ha moderato l’incontro svoltosi in modalità ibrida, ha detto: «Abbiamo iniziato ad occuparcene nel maggio 2016 quando, a pochi mesi dall’entrata in vigore della legge a sua prima firma, l’on. Mauro Del Barba venne per la prima volta a parlarcene proprio in questa Sala. Da lì non abbiamo più smesso, ottenendo eccellenti risultati, primi in Italia. Insomma, ci siamo professionalmente appassionati ad un tema e avevamo ragione. Ce lo dicono, fra l’altro, i numeri nella Dashboard: solo rispetto al 2021 queste imprese sono cresciute del 38%».

Il Segretario ha ringraziato Paolo Ghezzi, Direttore generale di Infocamere e Andrea Sammarco, vice Segretario generale di Unioncamere, entrambi intervenuti a testimoniare il lavoro e l’impegno del sistema camerale nazionale e della Camera di commercio di Taranto, in particolare.

Torna su